ASCOTECO È LA NUOVA ASSOCIAZIONE FEDERATA DI ASSOTIC

Benvenuta ASCOTECO come nuova Associazione Federata di ASSOTIC.

ASCOTECO è un’associazione fondata nel 1984 (da Bureau Veritas S.A. e da SOCOTEC Italia Srl, società derivanti dalla cultura francese nel campo del controllo delle costruzioni) e composta tra società e organismi di ispezione che hanno sviluppato ed esercitano il Controllo Tecnico di terza parte dell’attività delle Costruzioni (riguardo sia la fase della Progettazione che della Realizzazione delle opere), per conto e nell’interesse di Committenti pubblici o privati, al fine del rilascio di una Certificazione di conformità di un’opera nel suo complesso, come anche di singoli componenti, sottosistemi e/o impianti. ASCOTECO coi propri associati ha sviluppato, nei decenni scorsi, tali attività di ispezione nel campo delle Costruzioni pubbliche e private.

I Soci di ASCOTECO devono essere Organismi di Ispezione (OdI) di terza parte accreditati di Tipo A da ACCREDIA, ai sensi della Norma Europea UNI CEI EN ISO/IEC 17020.

Le due principali attività ispettive svolte dai soci di ASCOTECO, in particolare riguardanti tale tipologia di accreditamento, sono:

  • Ispezioni sulla progettazione delle opere pubbliche, in particolare Servizi di Verifica dei progetti per la loro Validazione, ai sensi del D.lgs. 50/2016 (Codice dei contratti pubblici) e m.i., e delle collegate Linee Guida ANAC, e del DPR 207 del 05.10.2010 (per quanto ancora vigente).

Tale attività comporta una verifica sostanziale del progetto, che analizzi le soluzioni scelte dai progettisti, che ne riduca le eventuali incompletezze e incongruenze con il fine di minimizzare i costi di realizzazione, di gestione e di manutenzione, e che contribuisca quindi a garantire l’effettiva realizzabilità dell’opera progettata nei tempi e costi previsti;

  • Ispezioni sull’esecuzione delle opere, a fronte della norma UNI 10721, in particolare Servizi di Controllo Tecnico delle Costruzioni in fase di esecuzione (verifica del progetto, controllo tecnico in cantiere, assistenza alle prove di laboratorio, controlli di produzione), ai fini della stipula di una polizza decennale postuma indennitaria, anche (ma non solo) ai sensi della legge 210/2004 e del D.L. 122/2005 e s.m.i. nel campo privato, e/o del D.lgs. 50/2016 e del D.M. 123/2004 e s.m.i. nel campo dei LL.PP..

ASCOTECO ha fornito negli anni il suo contributo, per le materie di sua competenza, agli Enti preposti, quali il MIT, ANAC, UNI, Accredia, ecc., nell’ambito dello studio delle modifiche e integrazioni delle leggi, normative e regolamenti di settore nel campo delle costruzioni.

Per maggiori informazioni: www.ascoteco.org

COVID-19, IL PUNTO DI VISTA DEI SOGGETTI ACCREDITATI SULL’IMPATTO DELLA PANDEMIA – INTERVISTA A VINCENZO PATTI

Cogliere le opportunità della tecnologia e proteggere i certificati di accreditamento sono le sfide dei soggetti accreditati nell’emergenza Coronavirus, come racconta il loro rappresentante Vincenzo Patti commentando l’indagine Covid-19.

L’indagine “Corona Monitor” condotta da Accredia, in collaborazione con l’Istituto Federale tedesco della Ricerca e del Collaudo dei Materiali (BAM) e la Technische Universität di Berlino e l’Istituto Fraunhofer ISI, ha studiato gli effetti della pandemia sulle attività di valutazione della conformità svolte dagli organismi e dai laboratori accreditati in Italia.

Ne parliamo con Vincenzo Patti, Presidente di AIOICI (Associazione Italiana Organismi Indipendenti di Certificazione e Ispezione) e ASSOTIC (Federazione nazionale delle associazioni operanti in ambito TIC – Testing, Inspection, Certification), che il 12 gennaio 2021 interverrà in rappresentanza del Comitato di Coordinamento Interassociativo al Convegno “New Normal. In cerca di idee”, organizzato da Accredia come aggiornamento del Dipartimento Certificazione e ispezione.

CLICCA QUI per leggere l’intervista con Vincenzo Patti sul sito web Accredia.

WEBINAR “CYBERCRIMES E FUTURE CRIMES” – 17 DICEMBRE 2020

Giovedì 17 dicembre 2020, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, si terrà il Webinar “CYBERCRIMES E FUTURE CRIMES“.

Il terzo e ultimo appuntamento del ciclo di webinar gratuiti organizzati da ASSOTIC con il patrocinio di Accredia, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Confindustria Emilia Area Centro.

Il coronavirus ha aumentato il pericolo di attacchi hacker. Il virus, infatti, è diventato a tutti gli effetti la nuova arma del Cyber Crime, che utilizza l’argomento come esca per fare breccia nelle informazioni sensibili di persone, aziende e istituzioni. Si tratta di un effetto indiretto generato dall’attenzione sul tema: maggiore è il clamore legato all’emergenza coronavirus, maggiori sono le opportunità per i criminali della rete di colpire le proprie vittime. La domanda fondamentale è: é possibile approntare piani di valutazione, intervento e gestione per l’organizzazione colpita o siamo tutti in balia del web e degli hacker? Come riconoscerli? Come difendersi?


MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Scarica la locandina con tutte le informazioni sul programma dei corsi ed effettua l’iscrizione online compilando il seguente modulo. Riceverai un’e-mail di conferma dallo staff di ASSOTIC con le istruzioni necessarie per accedere al webinar. La partecipazione è gratuita.

Locandina “I Giovedì formativi di Assotic”


Iscrizione online

  • Dati del partecipante

  • Privacy

    Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 informiamo che il trattamento dei vs. dati personali verrà utilizzato esclusivamente per fini amministrativo-contabili - art. 6 c.1 lett b) - Informativa completa

WEBINAR “VERSO UNA ROBOTICA INDUSTRIALE A MISURA D’UOMO NELL’IMPRESA 4.0” – 10 DICEMBRE 2020

Giovedì 10 dicembre 2020, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, si terrà il Webinar “VERSO UNA ROBOTICA INDUSTRIALE A MISURA D’UOMO NELL’IMPRESA 4.0”.

Il secondo appuntamento del ciclo di 3 webinar gratuiti organizzati da ASSOTIC con il patrocinio di Accredia, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Confindustria Emilia Area Centro.

La mancanza di adattabilità ha fatto sì che i robot non fossero pronti per sostituire o assistere l’uomo durante l’emergenza Covid-19. Ora abbiamo cambiato i nostri spazi e le nostre abitudini per conformarci alle direttive ed evitare il contagio. In una parola, abbiamo riconfigurato il nostro modo di lavorare per far fronte ad un evento imprevisto. Una soluzione potrebbe derivare dallo sviluppo di applicazioni di robotica intelligente alle imprese 4.0: in questa direzione vanno alcuni progetti in corso a livello italiano ed europeo. Situazioni e problematiche a cui la robotica può e potrà fornire soluzioni ideali per ottimizzare il lavoro nell’industria e aiutare le aziende ad innovare i processi produttivi, superando i limiti imposti dalle accortezze richieste durante questa emergenza epidemiologica.


MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Scarica la locandina con tutte le informazioni sul programma dei corsi ed effettua l’iscrizione online compilando il seguente modulo. Riceverai un’e-mail di conferma dallo staff di ASSOTIC con le istruzioni necessarie per accedere al webinar. La partecipazione è gratuita.

Locandina “I Giovedì formativi di Assotic”


Iscrizione online

  • Dati del partecipante

  • Privacy

    Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 informiamo che il trattamento dei vs. dati personali verrà utilizzato esclusivamente per fini amministrativo-contabili - art. 6 c.1 lett b) - Informativa completa

EUROLAB – TIC COUNCIL JOINT WEBINAR “THE LAB OF THE FUTURE AND THE FUTURE OF LABS” – 27 OTTOBRE 2020

Martedì 27 ottobre 2020, dalle 15:00 alle 16:30, EUROLAB e TIC Council organizzano il webinar dal titolo “The Lab of the future and future of labs”, dedicato ai cambiamenti che i laboratori stanno affrontando nel contesto della pandemia COVID-19, nonché ai molteplici sviluppi tecnologici che stanno cambiando il settore.

Poiché le nuove tecnologie e le innovazioni in rapido sviluppo vengono introdotte a un ritmo costante, è di vitale importanza per i laboratori rimanere costantemente informati sulle ultime trasformazioni del settore e su come i laboratori potranno adattarsi e prosperare in questo nuovo ambiente.

Il webinar riunirà diversi esperti delle associazioni dei laboratori e delle organizzazioni del mondo dell’accreditamento, che approfondiranno importanti tematiche come gli audit a distanza, le nuove norme e loro implementazione, le sfide attuali e future e le opportunità per i laboratori.

Sono previsti gli interventi dei seguenti relatori:

  • Hanane Taidi, TIC Council Director General – Moderator of the panel
  • Etty Feller, ILAC Chair – Introduction to the concept of “Lab of the future”, current changes at ILAC level and support given to laboratories, the impact of COVID-19 on remote assessments, the recognition of laboratories.
  • Heinz Wilkening, European Commission, DG JRC Joint Research Centre – Smart Labs & interoperability testing methodology
  • Eric Roman, President & CEO at Pace Analytical Services LLC – A US perspective on the main issues laboratories are facing in the US and the opportunities the future holds.
  • Álvaro Silva Ribeiro, EUROLAB President – The impact of COVID-19 on the EU Laboratories. An EU perspective on the Lab of the future and how can it best adapt to the upcoming challenges while grabbing the new technological opportunities offered.
  • Betina Monika Jahn, Head of Innovative Product Management, SGS Germany GmbH: Remote Auditing, practical learnings & a glimpse of the future.

Il webinar si concluderà con una sessione di domande e risposte tra i relatori ed i partecipanti.

Per partecipare gratuitamente al webinar, è possibile registrarsi tramite la pagina dell’evento.

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria EUROLAB scrivendo a laura.martin@eurolab.org.

CORSO “LE ASSICURAZIONI DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DAGLI OPERATORI DEL SETTORE TIC – TESTING, INSPECTION, CERTIFICATION”

Un corso in tre incontri online

26/11/2020 – 14/01/2021 – 11/02/2021

dalle ore 10.00 alle ore 13.00

LE ASSICURAZIONI DELLE ATTIVITA’ SVOLTE DAGLI OPERATORI DEL SETTORE TIC – TESTING, INSPECTION, CERTIFICATION

Impostazione delle garanzie, gestione in azienda e negoziazione con gli assicuratori


ALPI Associazione organizza un corso di formazione focalizzato sulle assicurazioni pertinenti le attività di Testing, Inspection, Certification. Gli incontri, dal carattere formativo molto pragmatico, si pongono l’obiettivo di fornire a Laboratori e Organismi gli strumenti concettuali ed operativi idonei a impostare polizze adeguate alle caratteristiche del rischio. L’approfondimento dei criteri metodologici finalizzati a ridurre i costi assicurativi completa il programma didattico.

La formazione, che si sviluppa attraverso tre incontri della durata di tre ore circa ciascuno, si articola, nell’ambito di ogni incontro, in:

  1. PIANIFICAZIONE – analizzare i principali rischi che minacciano le attività e le garanzie assicurative ad essi pertinenti, evidenziare le soluzioni tecniche più moderne ed efficaci, valutare le tipologie di rischio spesso sottovalutate e gli elementi tecnici e formali caratteristici delle coperture delle RCP obbligatorie per Organismi Notificati e Organismi di Ispezione.
  2. ORGANIZZAZIONE – descrivere i processi aziendali per semplificare l’adempimento degli obblighi (tecnici e di legge) che ricadono sull’assicurato e che possono comportare la variazione del rischio. Tutelare il responsabile assicurativo aziendale con un supporto tecnico/operativo.
  3. CONTROLLO – delineare i criteri operativi per monitorare costantemente il rapporto tra costi e qualità delle coperture assicurative, verificare l’efficienza del servizio reso dagli intermediari e negoziazione delle polizze per beneficiare della concorrenza tra assicurazioni.

Nella prima giornata verrà consegnato ai partecipanti uno strumento semplificato di autodiagnosi aziendale per la rilevazione di eventuali carenze nell’impostazione del programma assicurativo, che permetterà negli incontri successivi di essere oggetto di confronto. Ampio spazio verrà dedicato agli errori da evitare nella sottoscrizione della polizza e nella successiva gestione per offrire un supporto pratico a chi, in azienda, si interfaccia abitualmente con gli operatori del sistema assicurativo.

Per informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso, visitare il sito ALPI alla pagina dell’evento.

 

WEBINAR “I GIOVEDI’ FORMATIVI DI ASSOTIC” – SMART WORKING, DIGITALIZZAZIONE, PRIVACY E SICUREZZA PER LE IMPRESE

Il mondo è cambiato e noi con lui. È cambiato in modi che ancora non possiamo comprendere completamente. La sfida che ci aspetta, quindi, non è solo di riparare ciò che è andato in pezzi, ma di costruire una nuova versione della normalità in un mondo post Covid-19.

Per effetto di questa emergenza molte modalità organizzative delle imprese sono cambiate e cambieranno ulteriormente e il percorso proposto mira a:

  • far luce su tutti gli aspetti della trasformazione digitale: normativi, organizzativi, tecnologici, di privacy e sicurezza;
  • favorire un cambio di mentalità nelle organizzazioni di tutte le dimensioni e passare dallo smart working “forzato” ad una vera e propria “cultura agile”.

Il percorso si compone di 3 giornate formative che si svolgeranno online su piattaforma GoToMeeting e saranno condotte dall’Avv. Laura Lecchi, Innovation Senior Lawyer, Competente in Privacy, diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie e diritto sanitario.

  • Giovedì 19 novembre, ore 17.00-19.00 – LA TRASFORMAZIONE DIGITALE DELL’AZIENDA: SMART CONTRACT E LA MECCANIZZAZIONE DEL CONTRATTO
  • Giovedì 10 dicembre, ore 17.00-19.00 – VERSO UNA ROBOTICA INDUSTRIALE A MISURA D’UOMO NELL’IMPRESA 4.0
  • Giovedì 17 dicembre, ore 17.00-19.00 – CYBERCRIMES E FUTURE CRIMES

Al termine di ogni corso, sarà possibile richiedere un primo audit gratuito, in presenza o in videoconferenza, volto a verificare le criticità dell’organizzazione aziendale rispetto ai temi trattati e l’adeguamento alla vigente normativa.


MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Scarica la locandina con tutte le informazioni sul programma dei corsi ed effettua l’iscrizione online compilando il seguente modulo. Riceverai un’e-mail di conferma dallo staff di ASSOTIC con le istruzioni necessarie per accedere al webinar. La partecipazione è gratuita.

Locandina “I Giovedì formativi di Assotic”


Iscrizione online

  • Dati del partecipante

  • Privacy

    Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 informiamo che il trattamento dei vs. dati personali verrà utilizzato esclusivamente per fini amministrativo-contabili - art. 6 c.1 lett b) - Informativa completa

CRITERI AMBIENTALI MINIMI (CAM): LA UNI/PDR 88:2020 PER LA VERIFICA DEL CONTENUTO DI MATERIALI RICICLATI NEI PRODOTTI

Frutto della collaborazione tra UNI, AIOICI, ALPI e CONFORMA, nell’ambito del Tavolo di lavoro “Certificazione prodotti CAM”, la nuova prassi di riferimento UNI/PdR 88:2020 definisce la modalità di verifica del contenuto di riciclato, recuperato e sottoprodotto, dichiarato da un’organizzazione per un proprio prodotto immesso sul mercato nazionale, indipendentemente dalla sua tipologia.

Il documento stabilisce inoltre i requisiti dello schema e dell’iter certificativo e rappresenta quindi uno strumento particolarmente utile per tutti gli organismi di certificazione chiamati a verificare e certificare il contenuto di materiale riciclato o recuperato di un prodotto.

La certificazione basata sulla prassi UNI/PdR 88:2020 può essere considerata un mezzo di verifica appropriato per dimostrare i requisiti relativi al contenuto di materiale riciclato, recuperato o sottoprodotto indicati nei Criteri Ambientali Minimi (CAM) stabiliti dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare..

La nuova prassi di riferimento è utile anche per la dimostrazione dei requisiti richiesti ai prodotti, componenti e materiali dai protocolli di sostenibilità degli edifici (ad es. LEED, ITACA, ecc.).

La prassi UNI/PdR 88:2020 è scaricabile gratuitamente dal sito UNI, previa registrazione: UNI

IL NUOVO STUDIO ACCREDIA “ACCREDITAMENTO E CERTIFICAZIONI. VALORE ECONOMICO E BENEFICI SOCIALI”

È stato pubblicato il nuovo studio dell’Osservatorio Accredia “Accreditamento e certificazioni. Valore economico e benefici sociali”, realizzato in collaborazione con Prometeia presentato lo scorso 15 luglio al webinar “Quanto vale la Qualità? Crescita economica, sicurezza e sostenibilità”.

La discussione sul ruolo delle attività accreditate per la crescita del Paese è stata aperta da Giuseppe Rossi, Presidente di Accredia, e animata da Antonella d’Alessandro, Dirigente Organismi notificati e sistemi di accreditamento del Ministero dello Sviluppo Economico, Alessandra Lanza, Senior Partner Prometeia, Andrea Bianchi Direttore Politiche Industriali Confindustria, Francesco Daveri, Professore Economia SDA Bocconi School of Managemente e Lorenzo Orsenigo, Rappresentante Industria TIC – Testing, Inspection, Certification.

L’obiettivo dello studio promosso dall’Osservatorio Accredia è stato quello di misurare la crescita economica e i benefici sociali che derivano dalle attività dell’Infrastruttura per la Qualità (IQ), e in particolare dalle certificazioni, ispezioni, prove e tarature svolte dagli organismi e dai laboratori accreditati da Accredia.

Tra il 2013 e il 2018, è stato calcolato in 10,8 miliardi di euro il contributo della IQ all’economia italiana, corrispondente al 16,1% dell’incremento del PIL nei settori manifatturiero (5 miliardi di euro), dei servizi (5,8 miliardi di euro) e delle costruzioni (110 milioni di euro).

Per maggiori approfondimenti: ACCREDIA

AUDIT DA REMOTO: IL QUESTIONARIO ONLINE RIVOLTO AI LABORATORI ACCREDITATI

Condividiamo l’iniziativa promossa da ALPI Associazione, associata ASSOTIC, relativamente al QUESTIONARIO ONLINE SUGLI AUDIT DA REMOTO RIVOLTO AI LABORATORI ACCREDITATI.

Fino a gennaio 2020, il ricorso agli audit da remoto per lo svolgimento delle attività di verifica è stato del tutto saltuario, se non inapplicato. Tuttavia, nel periodo di emergenza Covid-19, tale soluzione ha rappresentato la chiave per garantire la continuità delle attività di accreditamento e sorveglianza e, in qualche caso, anche del business.

EUROLAB, European Federation of National Associations of Measurement, Testing and Analytical Laboratories, di cui ALPI è partner italiano, a distanza di pochi mesi dall’introduzione delle tecniche in remoto, ha voluto tracciarne un primo bilancio, utile per spunti di riflessione tecnici futuri. Al seguente link è possibile partecipare al questionario.

Grazie al contributo dei Laboratori le associazioni potranno presentare e sostenere le ragioni dei laboratori ai tavoli di confronto con gli Enti di accreditamento e di normazione italiani ed europei.