Tag Archivio per: organismi di certificazione

Webinar EA “A European Blockchain technology for the use in accreditation and certification” – 29 Febbraio 2024

Giovedì 29 febbraio 2024, dalle 10:00 alle 12:30, si terrà il webinar “A European Blockchain technology for the use in accreditation and certification” sulla piattaforma MS Teams.

Il webinar, organizzato sotto l’egida della Commissione Europea in collaborazione con EA, mira ad approfondire il ruolo dell’European Blockchain Services Infrastructure (EBSI) nel contesto dell’ecosistema di certificazione europeo.

La discussione si concentrerà sul ruolo prospettico dell’EBSI nel facilitare la diffusione in tempo reale dello stato di accreditamento relativo agli organismi di valutazione della conformità (CABs). Affronterà inoltre la verifica dello stato di certificazione associato a diversi prodotti e servizi certificati all’interno dell’Unione Europea dai CABs.

Il programma e tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili nella pagina dell’evento sul sito web di EA.

Le iscrizioni sono aperte fino al 25 febbraio 2024 allo stesso link.

CRITERI AMBIENTALI MINIMI (CAM): LA UNI/PDR 88:2020 PER LA VERIFICA DEL CONTENUTO DI MATERIALI RICICLATI NEI PRODOTTI

Frutto della collaborazione tra UNI, AIOICI, ALPI e CONFORMA, nell’ambito del Tavolo di lavoro “Certificazione prodotti CAM”, la nuova prassi di riferimento UNI/PdR 88:2020 definisce la modalità di verifica del contenuto di riciclato, recuperato e sottoprodotto, dichiarato da un’organizzazione per un proprio prodotto immesso sul mercato nazionale, indipendentemente dalla sua tipologia.

Il documento stabilisce inoltre i requisiti dello schema e dell’iter certificativo e rappresenta quindi uno strumento particolarmente utile per tutti gli organismi di certificazione chiamati a verificare e certificare il contenuto di materiale riciclato o recuperato di un prodotto.

La certificazione basata sulla prassi UNI/PdR 88:2020 può essere considerata un mezzo di verifica appropriato per dimostrare i requisiti relativi al contenuto di materiale riciclato, recuperato o sottoprodotto indicati nei Criteri Ambientali Minimi (CAM) stabiliti dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare..

La nuova prassi di riferimento è utile anche per la dimostrazione dei requisiti richiesti ai prodotti, componenti e materiali dai protocolli di sostenibilità degli edifici (ad es. LEED, ITACA, ecc.).

La prassi UNI/PdR 88:2020 è scaricabile gratuitamente dal sito UNI, previa registrazione: UNI